top of page

TURISMO ESPERIENZIALE

A VELA IN ALBANIA

Hai sentito spesso negli ultimi anni parlare di ALBANIA, ma sotto un nuovo aspetto quello turistico. Questo paese è ancora in parte sconosciuto alle masse per il semplice fatto che l'Albania ha 'aperto' le porte al turismo pochi anni fa; discreti investimenti dello stato e degli imprenditori locali, hanno creato ricettività in luoghi dove il turismo, se non quello locale, non era mai arrivato. Grazie a questo e all'industrializzazione minima del paese, le acque del loro mare non sono minimamente contaminate e offrono agli amanti del bel mare acque più che cristalline e spiagge di sabbia bianchissima.

 

VITALYCA sarà in ALBANIA tutto il mese di agosto, teoricamente il mese peggiore per visitarla ...se fossimo in macchina; meno male invece siamo in barca e potremo godere del clima festoso della microcapitale della movida Adriatica senza rimanere imbottigliati nel traffico cittadino sotto il sole cocente. Questo 'paragone' per farvi meglio immaginare l'enorme differenza che possiamo incontrare visitando un piccolo paese da terra o dal mare. Quante volte guardando il mare da una spiaggia affollata o da una strada costiera hai visto una barca a vela tagliare l'orizzonte e ti sei chiesto ...Perchè non sono a bordo? Forse è venuto il momento non credi. 

Dopo la prima crociera nel nord dell'Albania, navigheremo, a più riprese, il tratto di costa che bagna il sud del paese da TONGO ISLAND a PORTO PALERMO passando da KSAMIL e SARANDA, sulla via del rientro visiteremo il nord di CORFU'

Il comodo aeroporto di Corfù ben connesso con l'italia sarà il nostro hub di imbarco/sbarco per le crociere in Albania.

La settimana in ALBANIA offre ai visitatori che la esplorano via mare, le baie più belle del basso adriatico e una vibrante vita notturna specialmente in agosto. Inutile quindi sottolineare che questo itinerario è ideale proprio per chi vuole divertirsi e sfruttare al massimo il clima festivo della 'vibrante' SARANDA, ma una cosa non esclude certo l'altra. Sia che si esca per ballare o divertirsi in paese più di una sera che non, (l'uscita è ovviamente facoltativa), avremo moltissimo tempo per veleggiare, stare in spiaggia ad oziare e vivere come meglio crediamo la nostra settimana di puro mare.

Coniugando nightlife, vita a bordo e attività diverse, abbiamo ideato per voi un itinerario molto completo che ci permette di conoscere al meglio, anche con escursioni guidate a terra, circa 100 miglia di costa; città, villaggi di pescatori, baie nascoste, spiagge assolate, grotte marine e magnifiche isole ....è tutto perfetto.

località d'imbarco e sbarco

Sabato 3 Agosto

IMBARCO a Durazzo - SBARCO a Corfù

Sabato 10 Agosto

IMBARCO E SBARCO a Corfù

Sabato 17 Agosto

IMBARCO E SBARCO a Corfù

Sabato 24 Agosto

IMBARCO E SBARCO a Corfù

contatta il team di VITALYCA

per aiutarti a trovare il giusto volo

trasferimenti
aeroporto/marina/aeroporto

Per ogni arrivo negli aeroporti indicati, il team di vitalyca ha organizzato i trasferimenti da e per

l'aeroporto di arrivo e di partenza.

quote per persona

quota di partecipazione 

a partire da 900 euro

verifica qui

modalità di partecipazione
formula All Inclusive

Come da contratto (che invieremo ai nostri associati al momento della richiesta di prenotazione) la prenotazione si ritiene confermata al versamento dell'acconto pari al 60% della quota intera.

Una volta saldata la quota di partecipazione (30 giorni prima della partenza), non dovrai pensare più a niente poiché sarà nostro compito sollevare i nostri associati da ogni incarico o preoccupazione e lasciando loro il tempo per partecipare alle attività preposte per la settimana di riferimento.

Durante ogni settimana di navigazione sono previste diverse attività sia a bordo che a terra: sportive, ricreative e culturali che saranno facilitate o accompagnate dal nostro equipaggio.

 

Le attività, personalizzabili in base a

preferenze e/o a condizioni e capacità fisiche, includono 

corso di avvicinamento alla vela: lezioni quotidiane di manovra e governo, cruise watching, andature, ormeggio e sicurezza

trekking accompagnato: ogni settimana prevede da 1 a 3 percorsi di trekking di lieve o media difficoltà

escursioni culturali: la rotta che seguirà vitalyca nel 2024 prevede la sosta in molti luoghi che meritano visite approfondite, abbiamo quindi previsto diverse escursioni con guide locali per rientrare dalle vacanze abbronzati sì, ma soprattutto arricchiti

di nozioni e nuove competenze

Come arrivare a Tirana

NOTA La prima crociera in Albania ha come luogo d'imbarco la marina di Durazzo raggiungibile dall'aeroporto di Tirana

Bergamo   BGY volo Wizzair  W4 5017
Treviso       TIA  volo  Wizzair  U2 4036
Napoli       NAP volo Wizzair  W4 5067

Roma         FCO volo Wizzair  W4 5011
Catania      CTA  volo Wizzair  W4 6688

Come arrivare a Corfù

Voli diretti dagli aeroporti italiani di:

Fiumicino   FCO volo Wizzair  W4 6078
Venezia      VCE volo Easyjet   U2 4036
Napoli        NAP volo Easyjet  U2 4155

Malpensa   MXP volo Easyjet  U2 3659
Brindisi      
BRI volo Volotea  V7 1654 

VERIFICARE le informazioni prima di acquistare i titoli di viaggio
Ulteriori tratte disponibili non visibili al momento
della redazione di questa informativa dec'23

10° 10-17 AGOSTO ALBANIA SUD  SARANDA CORFU.png

Giorno 1:  CORFU TONGO ISLAND

Cominciamo la nostra navigazione verso est non appena saremo pronti. Vi aspettiamo a bordo presso la marina di Corfu per imbarcarvi dalle ore 17 in poi. 

L'orario di partenza qui consideriamo possa avvenire prima del tramonto per poter rispettare il nostro piano di viaggio e raggiungere entro sera la vicina Tongo Island dove passeremo la notte.

Qualora per diverse variabili quali, il vostro orario di arrivo, le condizioni meteo, altre eventualità, lasceremo la marina di Corfù all'alba della domenica e avremo tutto il tempo per goderci una visita alla città.

TONGO Island è un piccolo isolotto, con un paio di baie dall'acqua cristallina posto giusto sul confine Greco Albanese.

 

Da quello che appare un set cinematografico, daremo il vero via alla nostra vacanza che deve profumare di sale tutto il tempo.

Giorno 2: TONGO ISLAND KSAMIL

Cominciamo la nostra navigazione verso nord in direzione della città balneare di Ksamil. Le spiagge Laguna e Aramera beach sono due tappe che allieteranno le nostra giornata prima dell'arrivo in città. Soste che dedicheremo alle attività acquatiche che preferiamo. Un bel pranzo in una baia tranquilla, una breve siesta e partiamo per Ksamil dove avremo diverse 'cose' da fare. Ksamil infatti merita una lunga sosta e una visita approfondita. A 4 km dalla cittadina dove passeremo la notte c'è un luogo incredibile. Una vasta laguna, popolata da un incredibile varietà di avifauna e che ospita una delle mete più interessanti della costa. Si tratta del il sito archeologico romano di Butrint e basta un'ora di cammino panoramico per raggiungerlo. Qui potremo ammirare le rovine della domus, un antico teatro, un battistero e i bagni romani, una basilica e un castello veneziano. Il quadro storico di questo luogo affascinante mostra le sue rovine ancora maestose nonostante i secoli passati.

 

Una bellissima escursione, praticamente imperdibile per chi passa da queste parti. Altre 'chicche' le riserva la città di Ksamil come le Isole Gemelle giusto di fronte alla baia, che fanno parte di un piccolo arcipelago. Le due isole sono collegate l'una all'altra tramite una stretta cintura di sabbia e con fitta vegetazione che la rende un paradiso tropicale. Le isole fanno parte del Parco Nazionale di Butrinto patrimonio mondiale dell'UNESCO.

Lo scenario che vede il sole tramontare fra le due isole, meriterebbe un viaggio in giornata dall'Italia. meno male che noi dormiamo qua.

Durante il comunismo in Albania, era vietato visitare le isole Ksamil in quanto il regime comunista stava isolando l'Albania dal resto del mondo chiudendo di fatto tutte le frontiere straniere. Trovandosi proprio di fronte a Corfù e alle sue acque territoriali, le isole di Ksamil divennero una zona off-limits per gli albanesi e per chiunque.

In quel periodo però il governo ha usato le isole per due scopi: piantare erbe medicinali e come zone di caccia sportiva, furono rilasciati infatti cervi e capre selvatiche, per gli alti funzionari del governo. Dopo il regime comunista due sono state danneggiate da incendi e costruzioni illegali vietate da ormai tanti anni. Ora, gli americani, il genero di Trump in particolare, è interessato all'acquisto di una delle isole (e di un'altra in Croazia) per costruirci un mega-resort e chissà cos'altro (?!)

Il governo Albanese grazie al cielo, come quello Croato, non ha accettato al contrario si adopera per preservare quest angolo incantato; per proteggere la natura sulle isole, sono diventate Monumento Nazionale Albanese nel 2002 è un vero paradiso tropicale con poco da invidiare alle acque dei Caraibi.

Ti invito a guardare su google maps le immagini della baia per renderti conto del colore dell'aqua. vedere per credere ti lascio il link diretto www.bit.ly/4ciOgSz

Giornata lunga oggi, abbiamo visitato tanti luoghi ci vuole un po di svago e di relax e decideremo insieme come occupare la nostra prima sera di vacanza. Movida o Relax

Giorno 3: KSAMIL SARANDA

Il nostro terzo giorno di viaggio ci allontanerà lentamente da Ksamil, navigando in acque a dire poco limpidissime e sfruttando al massimo la bellezza di cui saremo circondati.

Lo scenario è unico nel suo genere. Le catene montuose fanno da splendida cornice a queste coste e ogni miglio di navigazione ci sembrerà di cambiare luogo...

Partiamo da Ksamil sostando ancora una volta nel piccolo arcipelago per un tuffo e un pranzetto poi lasciamo la baia navigando verso nord e la nostra prossima meta è la ormai nota Saranda; pulsante cittadina molto viva e affollata in estate. Oltre al clima particolarmente festoso che si vive giorno e notte a Saranda, troviamo alcuni siti storici e naturalistici molto interessanti: sul promontorio alla spalle di Saranda, raggiungibile a piedi in mezz'ora,

 

Troviamo il castello di Lekursi che oggi ospita un ristorante con una vista pazzesca sulla baia, nei paraggi troviamo il faro di Saranda visibile da molto lontano e dei bunker risalenti alle guerre del secolo scorso. A mezz'ora di taxi troviamo un'altra meraviglia della natura come la sorgente carsica dell'Occhio Blu a 30/40 minuti a piedi nei boschi dietro Saranda un luogo pazzesco dove bisogna andare per capirne oggettivamente, i colori e la straordinaria bellezza di queste sorgenti. La città offre alcuni spunti architettonici per ricordarne  la storia attraverso i suoi luoghi.

 

Chiamata per cinque anni da Mussolini Porto Edda (in onore della figlia di Ciano) la città è stata interesse di molti popoli in passati Greci, Arabi, Italiani...tutti lasciarono un po' della loro cultura. Degno di nota e di una visita anche il Monastero dei 40 Santi da cui ammirare la baia dall'alto per un paio di scatti senza precedenti ;-)

Stasera baldoria? Penso sia obbligatorio partecipare a una serata di festa e aggiungo che dormendo ormeggiati in baia a Saranda è probabile che di notte si possano udire i 'bassi' provenire dalle discoteche aperte fino a tardi.

Bello sì, però portati i tappi per le orecchie :) anche se servono solo per una notte 

A domani marinai

Giorno 4:  SARANDA PORTO PALERMO

Siamo al nostro quarto giorno.

Dopo una buona colazione e probabilmente una tappa al distributore, ci dirigiamo ancora verso nord alla ricerca di spiagge più tranquille dove passare un intera giornata all'isegna del mare. Su i parabordi. Si cambia aria oggi ci godiamo anche un po' di bella navigazione. Stando sotto costa ci aspettano circa venti miglia per arrivare alla nostra prossima meta, Porto Palermo, dove è previsto passeremo la notte. Nella prima parte della nostra navigazione incontreremo baie prevalentemente rocciose a alcune alte scogliere dove il mare, lontano dalle città, è ancora più limpido.

 

Cercheremo di raggiungere la spiaggia di Kakomes dove sosteremo per il pranzo e per chi vuole, una breve escursione vicino al Monastero Shen Marise costruito a fine 1500 a circa un km dal mare. Monumento Culturale del Paese è un luogo incredibile dall'archittetura imponente, purtroppo gran parte è in stato di abbandono, ma l'interno della chiesa ortodossa conserva ancora dipinti originali del 1600. Merita sicuramente un breve visita. Anche la spiaggia successiva, Krorezes beach raggiungibile a piedi dal monastero è meravigliosa e lunga più di due km. Se non la troveremo troppo affollata approfitteremo per una passeggiata sulla spiaggia per proseguire poi verso la nostra meta.

 

Nel nostro viaggio costiero incontreremo saremo più lontani da luoghi raggiungibili in macchina e saremo come 'padroni' di spiagge minuscole (Marutzi, Klimek, Cobanit) e un paio di piccole grotte marine. Ora, con l'approssimarci a Queparo il paesaggio cambia e dopo qualche spiaggia più civilizzata con ristoranti, beach bar e strutture ricettive. Possiamo decidere se sbarcare per un aperitivo o dirigerci subito verso tranquilla la baia di Porto Palermo dove passeremo la notte ben ormeggiati con la vista sul'omonimo castello.

Come passeremo la serata? Le idee non mancheranno senz'altro.

A domani ragazzi!

Giorno 5: PORTO PALERMO  ISOLE DIAPONTIE

Oggi, lasciato la baia di Porto Palermo, abbiamo tre opzioni che svilupperemo in base ad alcune variabili tra cui il meteo. Questi, vista la stagione non dovrebbe presentare problemi mentre l'altra variabile è costituita dalle volontà dell'equipaggio di fare qualche miglia in più e visitare altro o starsene in panciolle in qualche baia. Lo decideremo insieme durante la navigazione.

Opzione 1) 20 miglia per l'isola di Othonoi che offre tanto ai visitatori.  Fortificazioni, baie davvero incontaminate, trekking con dislivello e un piccolo porticciolo con ristranti e bar.

Opzione 2) 15 miglia fermarci all'Isola di Erikousa che offre un po' meno ma è lo stesso dotata di porticciolo riparato, tre belle baie, un forno e un bar con vista mare

Opzione 3) ridurre al massimo le miglia e raggiungere in giornata le coste nord-est di Corfù

In tutte e tre le ozpioni la nostra giornata non verierà molto se non per le miglia navigate e luoghi visitati; approfitteremo per un po' di, speriamo emozionante, pesca d'altura durante la navigazione, godremo di bagni in baie e spiagge stupende, esploreremo la costa con il tender e mangeremo pesce fresco, vi assicuro ben cucinato.

La notte, lontana dalle coste di terraferma, si presenterà calma, silenziosa e il poco inquinamento luminoso ci regalerà una stellata senza precedenti. Preparatevi.

nelle foto un collage dell'arcipelago delle isole Diapontie. Riusciremo a vederle tutte? Tra la giornata di oggi e quella di domani ci proveremo.

Giornata intensa ragazzi, lo prevedo a mesi di sitanza. La pelle chiede il fresco della notte. Giochiamo a qualcosa, ci facciamo due risate poi andamo a letto che ne dite?

Giorni 6: DIAPONTIE  CORFU' NORD

E' l'alba del sesto giorno e  il programma di oggi dipende esclusivamente da dove ci saremmo fermati per la notte una cosa è certa, nel caso di aver optato per la 1 o la 2 è dove dormiremo questa notte per avvicinarci a corfù nord-est dove saremo più comodi per raggiungere la città e i mezzi per l'aeroporto in massimo un paio d'ore.

Questi ultimi due giorni, come precedente anticipato, saranno condizionati dal meteo e dal vostro desiderio di fare o no qualche miglia in più... nondimeno, altro fatto che condiziona molto l'itinerario di queste ultime 36(circa) ore insieme, è dato dal vostro volo di rientro e quindi a che ora dobbiate essere a Corfù città

Visitare il nord di Corfù significa navigare una costa incantevole, disseminata di piccoli villaggi, molti resort e spiagge magnifiche. Partendo da Capo Drastis, uno splendido promontorio  circondato da faraglioni e spiagge appartate a cui è possibile accedere solo via mare, per raggiungere in giornata l'estremità nord ovest dell'isola

Arriveremo entro il tramonto nella baia di Kassiopi dove probabilmente passeremo la notte, magari facendoci una bella passeggiata nel villaggio. Un drink, un souvenir e vediamo come proseguire la serata.

Giorno 7:   CORFU' 

Ci siamo, è il settimo giorno ed è tempo di salutarci.

Il programma di oggi è molto chiaro. Svegli all'alba e partenza immediata per Corfù città; meno di dieci miglia e saremo in Marina dove sbarcheremo prima delle dieci. A seconda del vostro piano di volo, se non partite al mattino presto, avrete la possibilità di visitare la città.

La città di Corfù è un centro di attrazione turistica degno di interesse e di una visita più approfondita. Valutate una notte pre o post vacanza per visitarla in modo più esteso.

Le piazze, le vie strette, il commercio, il castello fortificato sul promontorio che domina la baia e il lontano stretto, la vita notturna...gran bella atmosfera.

Nota. Nel caso il vostro volo di rientro fosse al mattino presto potremmo dovere valutare se includere o escludere la visita all'arcipelago delle Diapontie. Fosse così tutto il nostro viaggio a partire da Porto Palermo subirebbe 'un anticipo' di un giorno. Poco male sarà bellissimo lo stesso.

Buon rientro a casa amici

Ci rivedremo ne sono sicuro.

Buon viaggio.

Giorno 7: CORFU'

qualche dritta

equipaggiamento non indispensabile ma che può rivelarsi utile

  • scarpette da scoglio

  • muta leggera maniche lunghe per snorkeling esteso, protezione delle braccia dal sole e da l'eventuale presenza di  meduse

  • occhiali da sole, meglio se polarizzati

  • cappellino con visiera anche se non sei pelato :-)

  • creme solari e saponi di varia natura ricordiamo, di preferire l'acquisto di prodotti ecosostenibili, bio etc per contribuire a preservare l'ambiente

Nonostante settembre sia statisticamente un mese eccezzionale per la visita del basso Adriatico, il programma di viaggio che abbiamo dettagliatamente costruito, come qualsiasi viaggio in barca a vela, è sensibile a variazioni in base alle condizioni del meteo che ovviamente non possiamo prevedere se non con breve anticipo.

In questa evenienza, l'equipaggio, dopo un’attenta analisi delle condizioni atmosferiche in corso e a venire, in accordo con gli ospiti, farà il possibile per limitare le modifiche proponendo all’occorrenza tappe e attivtà alternative.

bottom of page